Il Parco Nazionale di Thethi

Thethi è un meraviglioso villaggio nella regione settentrionale di Shkodra (Scutari), in Albania. Situato tra le cime dei monti Shala, Theth è isolato, e in inverno, dopo copiose nevicate, risulta quasi inaccessibile. Edith Durham, famosa viaggiatrice e scrittrice inglese sui Balcani, visitò l’area nel 1908. Scrisse della sua solitudine:

“Penso che nessun luogo dove vivono gli esseri umani mi abbia dato una tale impressione di maestoso isolamento dal mondo intero. È un luogo in cui i secoli si accartocciano”.

La leggenda vuole che Theth sia stato fondato 400 anni fa da 6 fratelli. Le singole parti del villaggio portano ancora i nomi di questi fratelli. Secondo gli abitanti di Theth, principalmente cattolici, il villaggio fu fondato come rifugio per sfuggire alla conversione all’Islam imposta dagli Ottomani.

Il Parco Nazionale di Thethi

Il “Parco Nazionale di Theth” si trova nel centro delle Alpi Albanesi, tra il blocco “Bjeshket te Nëmuna” a ovest e il blocco di Jezerca a est. Fondato nel 1966, il Parco Nazionale di Thethi copre un’area di 2630 ettari e varia in altitudine da 1200 m a 2567 m (cima del monte Radohima).

Si trova a circa 172 km a nord della capitale Tirana e 72 km da Scutari, nella valle che il fiume di Theth ha creato. I pendii montani sono molto ripidi e si fratturano intorno ai 16 ° – 35 °, tuttavia in alcune parti 45 ° – 60 ° o anche 90 °.

Le montagne del parco

I pendii delle montagne sono molto ripidi a causa dei vari cambiamenti di temperatura che sono presenti nella maggior parte dell’anno e alle precipitazioni nevose che hanno contribuito alla formazione di numerose punte frastagliate. Tali condizioni climatiche ostili hanno creato nel corso degli anni bellissime montagne con una vista mozzafiato, ma anche sentieri impegnativi per gli escursionisti.



Il parco è circondato da tutti e quattro gli angoli con i picchi rocciosi dei due blocchi principali, che scendono verso la valle e creano una vista incredibile. Alcune delle cime più sorprendenti di questo parco nazionale sono le seguenti:

  • la vetta di Jezerca, che è la vetta più alta dell’Albania, situata appena fuori dal parco a nord della valle (2679 m di altezza),
  • Passo di Peja (1776 m),
  • le cime di Papluka (2569 m) e Alije (2471 m),
  • monte Valbona (1966 m a est),
  • il monte Arapi (2217 m),
  • Shtegu i Dhenve (“La pista delle capre”, 2104 m)
  • monte Radohima (2567 m ) ad ovest.

Quasi i due terzi del parco sono coperti da alberi, sopratutto alberi di quercia; in molti luoghi, il ripido terreno boschivo è così inaccessibile agli umani da essere considerato “foresta primordiale”.

I fiumi di Theth

L’area è attraversata da una ricca rete idrica che scorre da entrambe le pendici orientali e occidentali della valle.

Il fiume Theth scorre da nord a sud. Durante le forti piogge è soggetto a un gonfiore improvviso e violento, che distrugge i punti di attraversamento. Questo fiume è cristallino e schiumoso in alcuni punti. Una delle sue proprietà più importanti è l’abbondanza di trote di montagna.

Più a valle, a Ndërlysa, il fiume Theth si fonde con Lumi i Zi (il Fiume Nero), che nel suo corso superiore è costituito da un torrente impetuoso che scolpisce un sentiero attraverso le rocce prima di raggiungere le pianure tranquille.

Una volta fondendosi con il Theth creano il Fiume Shala, che alla fine sfocia nel Drin.

Theth ha oltre 80 sorgenti d’acqua e tre cascate, e tutte fluiscono verso il fiume. “La cascata di Grunas” e la “Cascata di Gjeçaj” sono due degli spettacoli più sensazionali del parco. Nella parte meridionale del parco si estende il canyon di Grunas che è lungo circa 2 km, profondo 60 metri, e varia da 2-3 metri a 30-40 metri di larghezza.

Vedi anche L’Occhio Azzurro di Theth >>




Grotte

Thethi è ideale per le arrampicate e il trekking, oltre che per l’alpinismo e richiama turisti e alpinisti da tutte le parti del mondo.

All’interno del territorio del Parco Nazionale di Theth e nei suoi dintorni ci sono circa 170 grotte e caverne, di cui 10 grotte sono di importanza internazionale. Le più belle e importanti grotte del parco sono la grotta di Rratheve e la grotta di Harapi.  All’interno delle grotte ci sono stupefacenti laghi sotterranei, enormi gallerie e sifoni giganteschi.

Il clima

Il clima in queste montagne è complesso e la biodiversità è grande. Le masse d’aria calda cariche di umidità si accumulano sulle alte e fresche montagne, portando a livelli di precipitazione relativamente alti.

Il parco ha un clima ostile in inverno con nevicate che vanno da 1,5 metri nella parte inferiore fino a 3 metri nella parte più alta del parco. Thethi riceve una media di 2900-3000 mm di pioggia all’anno, più abbondanti in autunno e inverno.

Le temperature oscillano tra + 20 ° C e + 26 ° C a giugno e scendono a -14 ° C e -20 ° C negli inverni gelidi. La neve si trova più sulle piste nella parte occidentale dove il sole batte meno durante il giorno. Theth ha 110 giorni di sole all’anno.



Flora e fauna

Questa diversità di habitat che è strettamente legata al clima montano-mediterraneo ha creato nei secoli una ricca diversità di flora e fauna nella regione. Uno studio condotto alcuni anni fa ha registrato l’esistenza di almeno 1650 specie di piante all’interno dei confini del Parco Nazionale di Theth. 85 specie sono rare e minacciate di estinzione, 4 sono endemiche (trovate solo qui) e 16 sono sub endemiche.

Nella zona ci sono oltre 130 piante mediche, 50 piante possono essere mangiate e circa 50 sono utilizzate per la colorazione.

La fauna del parco è molto ricca in diversità di specie. Ci sono circa 20 tipi di mammiferi, circa 50 di uccelli, 10 tipi di rettili e 8 tipi di anfibi. Di notevole importanza sono le classi di uccelli e mammiferi. La loro diversità è legata alla presenza di alti boschi e di ecosistemi montani alpini.

Alcuni dei numerosi mammiferi del parco sono i seguenti: cervi, lupi, volpi, orsi bruni, linci, lontre, conigli selvatici, capre selvatiche, sciacalli, ricci, camosci, cinghiali e caprioli. L’orso bruno europeo è una creatura molto timida e una vista rara da queste parti; le pietre rovesciate durante la caccia ai piccoli animali forniscono un indizio occasionale sulla loro presenza.

Tra le specie di uccelli figurano l’aquila reale, la poiana, il falco pellegrino, il gallo cedrone, il gufo di scoglio, il gufo reale… Nel parco sono state trovate molte specie di farfalle che rendono Theth una delle zone più ricche di Europa per le farfalle. E nel fiume si trova la trota macchiata, che è anche uno dei pesci più belli.



Dove alloggiare

Le strutture ricettive sono semplici, e oltre a fornire i servizi turistici per i visitatori ed un ottimo cibo biologico fatto in casa, permettono di vivere anche un’esperienza unica provando gli alloggi di una volta e conoscendo le vecchie arti tradizionali della popolazione locale.

La maggior parte delle case è stata modernizzata per soddisfare gli escursionisti, quindi sono disponibili docce calde e servizi igienici e le camere da letto possono ospitare 4 o più persone. Si paga da 20 a 25 euro a notte per la pensione completa nelle strutture più elementari a 30 – 40 euro a notte nelle case più rinnovate e che offrono ottimi servizi.

Come arrivare

Una volta prenotato un alloggio a Thethi, dovete pensare anche al trasferimento lì! Il punto iniziale da dove si parte per raggiungere il parco di Thethi è la città di Scutari che si può raggiungere:

In aereo
Si arriva attraverso l’aeroporto nazionale Madre Teresa, a Rinas, Tirana. L’aeroporto è collegato con linee dirette e voli giornalieri con tutta l’Europa, operando sia in estate che in inverno. Una volta arrivati si raggiunge il centro di Tirana tramite l’autobus di linea: Aeroporto di Rinas – Centro di Tirana, oppure tramite taxi o auto a noleggio. Da qui potete organizzare il viaggio verso Scutari (Shkoder), 98 km, durata 1.5 h.

In nave

Porto di Durazzo – Durazzo – Tirana – Scutari – Theth.

Via terra

  • Hani i Hotit (Montenegro) – Scutari – Theth.
  • Da Qafe Morine (Kosovo) – Kukes – Milot – Scutari – Theth.
  • Qafe Prush (Kosovo) – Tropoje – Qafe Mali – Vau Dejes – Scutari – Theth.
  • Qafe Prush (Kosovo) – Tropoje – Koman (viaggiando in traghetto attraverso il lago di Koman) – Scutari – Theth.
  • Qafe Thane (Macedonia) – Elbasan – Tirana – Scutari – Theth.
  • Kakavije (Grecia) – Gjirokaster – Fier – Tirana – Scutari – Theth
  • Kapshtice (Grecia) – Korca – Elbasan – Tirana – Scutari – Theth.

Il viaggio da Shkoder (Scutari) dura fino a 2,5-3 ore. La strada fino a Thethi è lunga 72 km, dove gli ultimi 15 km non sono asfaltati. Questo ultimo tratto di strada non è attraversabile con le auto normali. E’ possibile, invece, utilizzare un fuoristrada, ma se non si ha uno a disposizione le alternative sono solo due:

Con la navetta

Sono disponibili su richiesta auto private 4×4 con conducente. Queste navette sono a pagamento e vi possono prendere e/o portare dove volete in qualsiasi momento del giorno e della notte.

È possibile chiedere anche di essere presi o accompagnati all’aeroporto di Tirana o Podgorica, in Montenegro, per 100 euro a tratta (un viaggio di 3,5-4 ore). Un pick up può essere organizzato anche dal confine di Hani Hotit per 60 euro a tratta; dal centro di Scutari per 50 euro sola andata o dalla fine della strada asfaltata Scutari – Theth, a ‘Qafe e Thores‘ per 35 euro.

Con il minivan

I minivan (furgon) da 13 posti rappresentano l’unica linea giornaliera di trasporto per l’area, e partono una volta al giorno, alle 07.30 dalla città di Shkodra e rientrano nello stesso giorno lasciando Thethi intorno alle 13.00. Se non riesci a raggiungere i minivan in questo orario, l’unica alternativa rimasta è il trasporto con il servizio navetta.

Le vostre auto normali possono essere facilmente parcheggiate in un parcheggio sicuro a Shkodra o accanto al Bar Restaurant a Qafe e Thores per 2 € a notte.


Il Parco Nazionale di Thethi, una delle principali mete turistiche dell'Albania
Il Parco Nazionale di Thethi, una delle principali mete turistiche dell’Albania