Come si festeggia la Pasqua in Albania?

0
957

Gli albanesi non possono fare a meno di ricordare il passato comunista “oscuro” del paese in cui la religione è stata bandita e persino un uovo di Pasqua potrebbe portarti in prigione. Per lungo tempo, circa mezzo secolo, celebrare una festa religiosa è stato un puro atto di ribellione in Albania. Ogni festa religiosa era vietata e si poteva celebrare solo segretamente a casa. Se venivi scoperto, potevi finire in prigione o in un campo di lavoro. Nel 1967, il dittatore Enver Hoxha proclamò con orgoglio l’Albania “il primo paese ateo d’Europa”. Durante il suo regime stalinista di 41 anni, furono distrutte più di 1600 chiese e monasteri. I sacerdoti furono imprigionati e talvolta assassinati.

Dopo che il paese è emerso da un tale oscuro passato, sono tornati i festeggiamenti e le cerimonie religiose. Fortunatamente, in tutto il paese, i rapporti tra le religioni, tra musulmani e cristiani sono abbastanza pacifici e le persone comprendono e rispettano la fede reciproca. Così, spesso musulmani, cattolici e ortodossi, celebrano e partecipano volentieri alle festività religiose delle altre fedi.

 

Tradizioni pasquali ortodossi in Albania

Una delle cerimonie più belle da vedere è quella della Pasqua ortodossa che è una celebrazione importante. Gli albanesi condividono molte tradizioni con i loro vicini, soprattutto con la Grecia, e tingere le uova di Pasqua è la tradizione principale a cui nessuno rinuncia. Solitamente le uova di Pasqua vengono colorate di rosso e simboleggiano la risurrezione e la vita eterna che Gesù promette ai credenti; il colore rosso simboleggia la vita.

Le uova rosse sono l’attrazione centrale della festa di Pasqua, quando tutta la famiglia, specialmente i bambini, si divertono a spaccarle, colpendole l’una con l’altra. L’uovo sopravvissuto è l’uovo campione che le persone mantengono fino all’anno successivo, perché ha un ruolo di guardiano della famiglia.




Le celebrazioni pasquali in Albania iniziano con le processioni della Domenica delle Palme e sono seguite da diversi servizi religiosi ogni giorno della Settimana Santa. Il giorno del Venerdì Santo (che in Albania viene chiamato il venerdì Nero) da ogni chiesa ortodossa parte una processione che porta per la città un altare, simbolo del corpo di Cristo. Tutte le processioni dei fedeli si uniscono, facendo un tragitto insieme per poi dividersi e ritornare ognuna nella propria chiesa. Il corteo è accompagnato dalla musica funebre suonata dalla banda. 
Nella notte tra il Sabato Santo e la Domenica della Passione, le persone partecipano alla messa di mezzanotte e accendono candele decorate. Secondo la tradizione, quando la messa finisce, si deve riuscire a portare queste candele accese a casa, senza spegnerle, per mantenere lo Spirito Santo acceso nelle case. La domenica di Pasqua è una giornata festosa in Albania: le famiglie si visitano a vicenda, mentre durante il pranzo i tavoli abbondano di uova e agnello, la carne tradizionale per la Pasqua. Le persone si salutano dicendo “Krishti u ngjall” (Cristo è risorto). La risposta è “Vertet u ngjall” (è veramente risorto).

 

Perché la Pasqua ortodossa e quella cattolica si festeggiano in due date diverse?

Il motivo di tale diversità di data è da attribuire a due fattori.

Prima di tutto le due chiese seguono due diversi calendari: la chiesa cattolica adotta il calendario gregoriano, mentre la chiesa ortodossa segue ancora oggi il calendario giuliano.

Il secondo fattore è il modo di calcolare la data della festa. La Pasqua cattolica di norma cade la domenica successiva al primo plenilunio dopo l’equinozio di primavera. La Pasqua ortodossa invece cade nella domenica che segue la prima luna nuova (non luna piena) dopo l’equinozio di primavera. Quindi, con l’uso di calendari diversi, la Pasqua cattolica e quella ortodossa non sempre coincidono. La Pasqua cattolica viene una o due settimane prima di quella ortodossa e tre volte in 19 anni si sovrappongono.




Dove festeggiare la Pasqua in Albania?

Se volete vedere una celebrazione tradizionale della Pasqua ortodossa la migliore destinazione da visitare è la città di Korca. La maggior parte della popolazione è di religione cristiana ortodossa e questa festa è molto sentita qui. La Cattedrale della Risurrezione di Cristo è il luogo principale dove le famiglie preferiscono riunirsi per la messa del Sabato Santo ma ci sono tante altre chiese molto belle da vedere.

Scopri la città di Korca e le sue attrazioni

Sono numerosi i turisti che visitano Korca durante le feste pasquali e gli hotel si riempiono facilmente. Quindi se volete visitare la città durante la settimana di Pasqua vi consigliamo di prenotare gli hotel in anticipo.

Scopri dove alloggiare a Korca

 

pasqua, uova rosse, ciambella pasquale
Come si festeggia la Pasqua in Albania

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.